TESTIMONIANZE

 

Ho letto dei benefici del Training Autogeno su una rivista che mi ha subito incuriosita, cosi'ho fatto delle ricerche on line e ho visto che poteva essere uno strumento che poteva aiutarmi molto. Parlando con una mia amica psicologa, Antonella Centofanti, ho scoperto che lei aveva approfondito questo argomento e in più poteva anche insegnarmelo.....  Cosi'e'nata la mia esperienza con il Training Autogeno, un'esperienza che mi ha cambiata molto: ho uno strumento che mi aiuta a gestire l'ansia della quotidianità, quella delle situazioni impreviste, ma anche quello che mi ha aiutato tanto durante il parto.....

Ormai viviamo in una società dove andiamo tutti di corsa,  a tremila, e dove è facile che l'ansia prenda il sopravvento, grazie al Training Autogeno riesco ad affrontare molte situazioni con tranquillita'senza farmi sopraffare dall'agitazione.

Il training richiede un piccolo impegno iniziale, deve essere esercitato all'inizio, ma poi piano piano diventa parte di te e quando non lo fai ti manca.

Io lo consiglio a tutti.

Elisa


 

Il Training Autogeno mi ha aiutato a trovare fiducia in me, ad essere più sicuro e più diretto. Mi ha insegnato ad usare mezzi che avevo anche prima ma non ero in grado di usare o non li sapevo usare.

Con il Training ho imparato a rilassarmi, a respirare, a riflettere, ad essere meno impulsivo a non caricarmi tutto sulle spalle "ma ci sono anche gli altri". Una delle cose più belle che mi ha insegnato è un pò di "sano egoismo", quando ci vuole ci vuole!!!!!!

Mangio più lentamente e dormo meglio, delle volte è anche un buon antidolorifico per il mal di testa ed altre cose.

Sono contento di avere fatto questa esperienza, mi ha fatto bene; a volte ricado in qualche vecchia abitudine, perchè il carattere è il carattere, però poi me ne rendo conto ed uso i mezzi che conosco.

Francesco

 


 

 

Ho iniziato il corso di training autogeno spinta dal desiderio di trovare un metodo efficace per gestire la mia ansia e lo stress della freneticità quotidiana.Durante questo percorso ho capito che il mio problema più grande non era l’ansia o lo stress, ma la mia “incapacità” a tirare fuori le emozioni… per me erano qualcosa da mettere a tacere, da non considerare, forse per la troppa paura che avevo di un contatto interiore con me stessa.

Grazie al training ho imparato a riconoscere le mie emozioni, ad ascoltarle e a farmi guidare da esse… E da lì anche a gestire la mia ansia, che poi era la conseguenza del mio “nascondere” le emozioni.

A me il training è servito moltissimo e credo che si uno strumento più che valido che può essere adottato per molteplici realtà.

 

Concetta